Cos’è definizione di VAST & VPAID

VAST – Video Ad-Serving Template

Protocollo che permette di servire adv al/ai video player, descrivendo il comportamento atteso del player quando esegue video-adv.
Le specifiche dei protocolli rilasciati dal 2008 sono state 3, l’ultima è il protocollo VAST 3.0 che aggiunge ulteriori funzionalità e formati che consentono l’erogazione di In-Stream Video eliminando costose barriere tecniche ed incoraggiando gli advertiser ad aumentare gli investimenti in video-adv. Gli editori video, prima della definizione del protocollo VAST, avevano una distribuzione non scalabile: basti pensare ad un ad-server che attivi annunci ad editori multipli che usano diversi player video. Il protocollo comune offerto da VAST – sempre più sofisticato rispetto al primo rilasciato nel 2008 – consente agli ad-server di usare un solo format ad-response attraverso diversi publisher e video player, con riflessi postivi anche sulla reportistica.
Tecnicamente il protocollo VAST standardizza un file XML che agisce come una sorta di archivio digitale, offrendo link a file video, banner companion, banner non linear e pixel di tracciamento che risiedono sull’ad-server. In questo modo i publisher possono continuare a utilizzare i propri video player, prendendo gli asset necessari dall’ad-server di riferimento.
Il protocollo VAST permette di servire il video ovunque, dal web al mobile m-site, dall’IPTV alle app-mobile.

Con il protocollo VAST 3.0 sono stati definiti 5 formati:

  • Linear Ads – video adv
  • Non Linear Ads – testo o immagine in overlay sul video del publisher
  • Skippable Linear Ads – video adv skippable
  • Linear or Non Linear Ads with Companions – companions è la creatività a supporto al di fuori del player, banner o rich media
  • Ad Pods – sequenza di Linear Ads

VPAID – Video Player-Ad Interface Definition

VPAID è una interfaccia che permette di erogare video-adv permettendo di aggiungere interattività all’annuncio In-Stream Video. Tecnicamente, attraverso una singola risposta XML è possibile eseguire correttamente annunci In-Stream Video interattivi tecnicamente complessi su qualsiasi player compatibile. IAB ha rilasciato le ultime specifiche con la release dell’aprile 2012, VPAID 2.0.
L’obiettivo è quello di definire specifiche di erogazione standard, eleminando le barriere tecniche, rendendo la distribuzione scalabile e abbattendo i costi della creatività per migliori performance ROI. Il protocollo VPAID abilita all’interactive adv.
Le creatività VPAID permettono l’aggiunta di interattività nell’annuncio In-Stream Video. Ad esempio, l’annuncio può contenere pulsanti e link selezionabili che indirizzano gli utenti a una versione più estesa dello stesso, consentendo di visualizzare interazioni o informazioni aggiuntive, come una galleria di immagini o link a social media. VPAID rende possibile una linea di comunicazione tra gli annunci di questo tipo e il video player, consentendone l’interazione.

Tipi di formato:

Linear ads
Un annuncio lineare viene eseguito pre-roll o post-roll. In alternativa, interrompe il video di contenuti del publisher. Ad esempio, se un utente sta guardando uno show televisivo, un annuncio lineare può essere una pubblicità video a cui vengono sovrapposte grafiche interattive.

Non Linear ads
Un annuncio non lineare viene sovrapposto al video di contenuti del publisher. Ad esempio, se un utente sta guardando uno show televisivo, un annuncio non lineare può sovrapporsi a quest’ultimo con grafiche interattive sul lato del player del publisher (entro i limiti dell’area del video).

Author: admin