DMP, cosa sono, quali servizi propongono e come si differenziano

In un contesto clienti in cui quasi il 60% delle conversioni è multi-touch, anche inviando il messaggio giusto alla persona giusta attraverso il canale giusto, c’è il 60% di probabilità che questo messaggio da “solo” non sia sufficiente a generare una conversione. D’altra parte monitorare l’acquisizione solo con indicatori quali il tasso di conversione o l’ultimo clic, può generare delle false attribuzioni e falsi KPI che non prendono in considerazione l’intero ciclo di vita del cliente portando gli inserzionisti a prendere decisioni errate. Una DMP (Data Management Platform) agisce come un hub di marketing e alimenta i tool con cui le aziende o le agenzie gestiscono le proprie campagne.

Cos’è una DMP?
La definizione generale inquadra una DMP come un sistema centralizzato per la raccolta di dati proprietari, con l’integrazione di dati di terze parti e l’applicazione di tali dati per una strategia pubblicitaria. Una piattaforma di gestione avanzata dei dati consente di creare segmenti personalizzati, prevedere volumi, e sincronizzarli con altre fonti, ed è spesso integrata con le DSP.
Per semplificare il discorso, una DMP è una piattaforma in cui i dati sono salvati e gestiti, e che in seguito viene utilizzata per prevedere l’intenzione di acquisto, fare confronti e migliorie sulla strategia pubblicitaria. La piattaforma permette a un’azienda di conservare in un unico spazio tutti i dati comportamentali, al fine di analizzare i problemi, come la personalizzazione delle offerte e la soddisfazione del cliente.

Le caratteristiche di una DMP

  • Capacità di integrazione e standardizzazione di dati: approccio unificato;
  • Analisi di capacità di gestione dei dati: per creare segmenti di clientela unici e significativi, per campagne di marketing efficaci;
  • Tag di dati: la possibilità di taggare i dati fornisce flessibilità, e facilità d’uso nelle attività di marketing;
  • Interfaccia utente self-service: accesso diretto alla interfaccia web integrata da strumenti per fare diverse forme di analisi e reporting;
  • Integrazione dei canali: l’integrazione con diverse fonti, tra i siti web, e le campagne marketing come display, e-mail, search, video, etc. permette di trovare, individuare e fornire informazioni rilevanti anche se provenienti da sottogruppi normalmente ignorati a causa dell’impossibilità di analizzare una grande quantità di dati.

Quali sono i compiti specifici della DMP?

  • Record di dati: Traffic Sources, Cookie, FB id, Operation Record
  • Saving di dati: tutti i dati raccolti sono segmentati e salvati per un’analisi
  • Analisi dei dati: un processo che include analisi, creazione e incrocio dei grafici delle informazioni con le statistiche
  • Identificazione del target: l’attività si compone di vari step, dalla segmentazione della popolazione alla gestione del portfolio dei clienti o prospect già individuati, anche con l’obiettivo di trovare nuovi target o schemi comportamentali e fornire obiettivi per la DSP.

Come lavora una DMP?
Raccolta: in questa fase i dati vengono raccolti da più fonti come il sito web aziendale (prima parte), terze parti, i dati non in linea, i dati delle transazioni etc. Dopo la raccolta dei dati e la loro integrazione si passa alla gestione.

Gestione: fondamentalmente questa fase è divisa in quattro parti

  • Deposito: in questo ambito avviene solo il processo di memorizzazione.
  • Normalizzazione: individuazione dei dati di prima e terza parte, tutto il processo di raffinazione dei dati avviene in questa fase (tutti i dati raccolti non sono necessariamente importanti e utili)
  • Selezione/Segmentazione: la divisione o la segmentazione dei dati avviene secondo regole specifiche o parametri comuni.
  • Analisi: l’analisi completa dei dati avviene in seguito alla valutazione dei dati.

DMP per Marketer
Sono utilizzate massimizzare il ROI delle campagne da parte dei venditori.

DMP per Publisher
Qui lo scopo è di aumentare il valore della pubblicità, mostrando annunci pertinenti ai singoli utenti utilizzando il CRM interno, questo consente al publisher di migliorare il CTR del proprio sito e di conseguenza l’interesse degli acquirenti per l’acquisto dei propri spazi pubblicitari e di amplificare l’interesse verso l’inventory premium.

Oltre la pubblicità online: applicazioni della DMP
Sebbene oggi l’impiego primario delle DMP sia l’ottimizzazione della pianificazione pubblicitaria, il valore intrinseco di una DMP va ben oltre questo scopo: il compito di una DMP è quello di processare dati, raggruppare gli utenti in segmenti per similitudine e mettere i segmenti già profilati a disposizione per qualunque uso se ne voglia fare. Più informazioni vengono raccolte dalla DMP, più ampia, approfondita e significativa sarà l’analisi che ne deriverà. Per esempio, si può individuare correlazioni tra canali di acquisizione, fedeltà al brand e costo del servizio di customer care della base clienti, generando informazioni che influenzeranno la strategia di business. Una DMP è un motore potentissimo di analisi che permette di raccogliere, combinare tra loro e utilizzare a fini tattici o strategici un universo di dati provenienti da sorgenti diverse di cui normalmente non si sfrutta il potenziale.

Author: admin

Comments (1)

  1. admin ha detto:

    PER LASCIARE UN COMMENTO, FARE LOGIN CON LINKEDIN

Lascia un commento