Siete pronti alla rivoluzione che il 5G porterà al mobile marketing?

Con l’imminente lancio ufficiale del 5G, molti settori come il retail, i trasporti, l’istruzione, la sanità, ecc. subiranno una trasformazione significativa. Il 5G avrà un impatto significativo anche sul marketing e sulla pubblicità, con elevate velocità di trasmissione dati, latenza ridotta e maggiore connettività dei dispositivi.

I risultati di un recente studio sulla rivoluzione 5G fatto da Verizon Media che ha intervistato 295 inserzionisti e 1779 consumatori:

  • Il 54% dei consumatori pensa che il 5G porterà a una nuova fase dello streaming video
  • Il 47% degli inserzionisti utilizzerà nuovi formati creativi
  • L’85% dei consumatori ritiene che 5G spingerà la realtà aumentata
  • Il 33% degli inserzionisti sta già pianificando per il 5G

Le cinque tendenze future nel settore pubblicitario per le quali è necessario prepararsi.

1. La pubblicità video sarà il top dei top

Il video è il contenuto più consumato su internet e con l’aumento della velocità di internet su mobile, i tempi di caricamento delle pagine si ridurranno drasticamente, il che porterà ad un aumento del consumo dei video sul cellulare. A livello globale, il traffico video rappresenterà l’82% del traffico entro il 2022, secondo il Cisco Visual Networking Index White Paper. Secondo eMarketer, il video mobile è il principale motore della crescita dei ricavi degli annunci video digitali. Gareth Noonan di Smaato prevede che: “Con una velocità di oltre 20 volte superiore a quella delle attuali reti 4G, il 5G avrà un impatto particolarmente massiccio sui video. Il 5G permetterà alle aziende di trasmettere video di grandi dimensioni e di alta qualità”.

2. Gli annunci interattivi diventeranno onnipresenti

Con l’aumento della velocità di invio dei dati, le aziende avranno numerose opportunità di creare annunci avvincenti, creativi e ad alta risoluzione per coinvolgere i consumatori. Con contenuti interattivi il 5G come il live-streaming, i video 4K diventeranno più diffusi.

3. L’internet degli oggetti (IOT) aprirà a nuove opportunità pubblicitarie

Man mano che il 5G matura, collegherà tutto, dai dispositivi di consumo alle infrastrutture, rendendo ogni dispositivo mobile nell’era dell’internet degli oggetti. Lo smartphone può funzionare come un telecomando per controllare tutte le cose e il 5G non farà altro che rendere questa tecnologia ancora più efficiente e senza soluzione di continuità. Questo a sua volta porterà ad un aumento della domanda e dell’offerta, scalando il numero di integrazioni tra l’IOT e il 5G. Le aziende devono prepararsi a servire i contenuti e coinvolgere i clienti con formati multipli su vari dispositivi. Poiché sappiamo che ci sono enormi opportunità da esplorare con l’IOT, è il momento di sperimentare e innovare.

4. La velocità del 5G aprirà le porte alla personalizzazione

Un più rapido scambio di dati consentirà una pubblicità più complessa e personalizzata. La pubblicità dettagliata, granulare, iper mirata e avanzata basata sulla localizzazione contribuirà a creare annunci personalizzati per attirare i clienti nel posto giusto e al momento giusto.

5. La voce prenderà il comando

Il pubblico utilizza sempre più spesso gli assistenti vocali per ogni tipo di ricerca, per creare liste e pianificare le loro attività. Secondo una ricerca di Canalys gli smart speakers sono l’accessorio di elettronica di consumo più in crescita con una previsione di vendite di circa 90,3 milioni di unità nel 2019. Gli smart speakers più famosi sono Amazon Echo, Google Home e Apple, ma non sono gli unici produttori, ne esistono anche di versioni portatili collegate al 5G. La pubblicità mobile dovrà prepararsi e orientarsi verso le conversazioni vocali. Le aziende si devono preparare a formati e modi per attingere al regno della pubblicità basata sulla voce.

>>> CONTATTACI PER UNA PRESENTAZIONE

AUTORE

Paolo Serra

Appassionato di nuove sfide per far crescere le imprese, con l’obiettivo di contribuire ad aumentarne i ricavi. Si dedica al search engine marketing dal 1999, lavorando con le principali agenzie internazionali. In seguito, allarga le conoscenze al mondo del Programmatic Advertising, diventandone uno dei maggiori esperti italiani, tanto da aver aperto il blog Programmatic RTB, ed è fondatore di Kahuna, è l’unica agenzia indipendente in Italia specializzata nell’uso dei dati per marketing e advertising, con un team manageriale e di consulenza con oltre 30 anni di esperienza cumulata nel Digital. Si stima che entro 3 anni oltre il 90% del digital advertising globale sarà erogato tramite nuove tecnologie: in Italia questa percentuale oggi è del 50% in crescita.

 

Author: admin