Hai un reparto BI nella tua azienda? OBSOLETO

Ovvero perché i dati giocheranno un sempre più importante ruolo nel mondo del marketing

Le DMP è uno di quei giganteschi megatrend che continuano a guadagnare attenzione insieme al crescente numero di utenti internet e aziende che cercano di convertire queste informazioni in profitti per i loro clienti.

Come le cripto valute, le auto senza conducente e l’intelligenza artificiale, queste nuove tecnologie ci portano in un territorio inesplorato.

Con le DMP, molte aziende B2B e B2C investono molto tempo e sforzi per raccogliere enormi quantità di dati dall’online e ultimamente anche dall’offline, utili per migliorare le loro capacità decisionali.

Non a caso in alcune aziende le DMP hanno iniziato a sostituire i reparti di BI, poichè si passa da una tecnica basata essenzialmente su ricerche di mercato o da elaborazioni interne, ad una tecnica basata su dati certi e di gran lunga più rapidi da reperire ed elaborare.

LA GRANDE SFIDA DEI DATI

Si tratta di un’impresa incredibilmente complessa che sta diventando sempre più difficile da gestire, dato che la velocità del business continua ad accelerare e la quantità di dati diventa sempre più grande.

Alcuni numeri, ogni minuto (solo online) succede:

  • 571 siti lanciati
  • 2 milioni di ricerche su Google
  • 72 ore di video caricati su Youtube
  • 100 milioni di email generate
  • 350 GB di dati processati da Facebook

E se aggiungiamo i dati offline?

Siamo in grado di creare campagne drive to store, da internet in negozio, da internet all’e-commerce o al sito, campagne cross-channel e cross-device, o da quello che volete a quello che volete e sapendo dove e quando e come ha convertito il cliente, grazie ai nuovi modelli di attribuzione, qui trovate la guida.

Se la vostra azienda B2B o B2C non sta ancora utilizzando una DMP per cercare di ottenere un vantaggio competitivo, allora sapete già che di essere rimasti indietro.

Ma se capisci come raccogliere e analizzare i dati, sarai in grado di saperne di più sui tuoi clienti e sui tuoi potenziali clienti e, infine, di migliorare il modo in cui andrai sul mercato.

Secondo la ricerca McKinsey, le aziende che fanno un uso estensivo dell’analisi dei clienti vedono un miglioramento del 126% dei profitti rispetto ai loro concorrenti.

È un aumento sostanziale che non può essere ignorato.

Se non hai esperienza di come funzionano le DMP o non sai quale scegliere, qui trovi la guida rapida alle DMP.

UNA NUOVA OPPORTUNITÀ

Monitorano le tue property online e offline (ad esempio incrociando i dati di crm, le loyalty card, e i dati raccolti online) grazie ai “tag” i dati confluiranno in una serie di strumenti che supporteranno il vostro reporting, vi aiuteranno a scoprire importanti intuizioni, faciliteranno la personalizzazione e vi permetteranno di allocare le vostre spese di marketing in modo più efficace. (ALTRO CHE BI, se ci arrivano dopo un anno siete fortunati)

Potrete, così, creare e proteggere il vostro vantaggio competitivo

NUOVE SFIDE SIGNIFICANO NUOVE SOLUZIONI

Le aziende dedicano molto tempo e fatica a stabilire una strategia di misurazione dei dati, indicatori chiave di performance e come si adattano ai loro piani aziendali globali. Poi devono identificare gli strumenti analitici più adatti a supportare questi piani e obiettivi.

Se sei nuovo a questo tipo di ricerca, puoi vedere come è impegnativo.

PROSSIMI PASSI

Quindi, come potete essere sicuri che i dati su cui vi affidate siano accurati e aggiornati?

Bene, ci sono buone notizie e cattive notizie.

La cattiva notizia è che la raccolta dei dati è complicata e richiede un costante perfezionamento.

La buona notizia è che i vostri concorrenti probabilmente non stanno facendo un buon lavoro e stanno fallendo nei loro sforzi.

Trovare il partner giusto per semplificare la raccolta dei dati e dare un senso alla raccolta dei dati dovrebbe essere il primo passo da compiere.

Noi di kahuna vi possiamo aiutare in questo duro lavoro sia che abbiate già un partner con cui lavorate con il nostro servizio.

Sia che siate alle prime armi e cercate più informazioni, qui trovate la guida “Come usare al meglio il programmatic advertising”

Oppure potete contattarci direttamente e saremo felici di venirvi a trovare.

 

AUTORE

Paolo Serra

Appassionato di nuove sfide per far crescere le imprese, con l’obiettivo di contribuire ad aumentarne i ricavi. Si dedica al search engine marketing dal 1999, lavorando con le principali agenzie internazionali. In seguito, allarga le conoscenze al mondo del Programmatic Advertising, diventandone uno dei maggiori esperti italiani, tanto da aver aperto il blog Programmatic RTB, ed è fondatore di Kahuna, la prima agenzia specializzata nel programmatic advertising.

https://it.linkedin.com/in/paoloserra

Author: admin